l'Accademia Nazionale di San Luca presentata la prima esposizione monografica dedicata alla produzione grafica di Giuliano da Sangallo, ospitata a Firenze dal Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie degli Uffizi (16 giugno- 20 agosto 2017). Introdotti da Francesco Moschini, Segretario Generale dell'Accademia Nazionale di San Luca, intervengono Howard Burns (Scuola Normale Superiore, Pisa), che commenta i risultati dell'esposizione e il suo catalogo a stampa; Marco Gaiani (Università di Bologna) proponendo nuove proposte interpretative, ricostruzioni e analisi dei fogli in mostra agli Uffizi; Almut Goldhahn (Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut) con un approfondimento sulla fortuna di Giuliano da Sangallo nella fotografia di architettura dell'Otto e Novecento, in occasione della mostra on-line sull'autore organizzata dalla Fototeca dell'istituto fiorentino. Sono inoltre presenti gli autori del catalogo, Sabine Frommel (École Pratique des Hautes Études, Paris), Dario Donetti (Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut) e Marzia Faietti (Gallerie degli Uffizi). La mostra, Giuliano da Sangallo. Disegni degli Uffizi, oltre a esibire l'intero corpus di disegni di architettura di sicura autografia presso la collezione degli Uffizi e altri fogli di confronto, espone un numero limitato di manufatti - con prestiti dalla National Gallery di Londra, dall'Albertina di Vienna e l'eccezionale presenza del modello ligneo di palazzo Strozzi - accuratamente selezionati per dar conto della poliedricità dell'artista. Inoltre, una sezione affronta lo spinoso problema di Giuliano disegnatore di figura, rivelando un autore capace di rinnovare i sistemi narrativi desunti dall'antico e partecipare attivamente a quella stagione che conobbe il passaggio dall'imitazione all'assimilazione dell'antichità. Il catalogo a stampa, edito da Giunti, propone una valutazione complessiva dell'opera grafica di Giuliano, in relazione alla cronologia, ai luoghi e alla committenza della sua attività progettuale; ne evidenzia le ricerche compositive e le sperimentazioni tipologiche, nell'architettura sacra, civile e militare; dimostra l'ambizione e la funzione dei suoi studi antiquari e libri di disegni, rispetto alla pratica della copia e alla circolazione del sapere antiquario nel Rinascimento; getta nuova luce sul rapporto con il fratello Antonio il Vecchio, il nipote Antonio il Giovane e il figlio Francesco, nei codici e nei disegni di presentazione a più mani. L'evento è in collaborazione con l' École Pratique des Hautes Études, l'Histara e la PSL Research University Paris.

            

multimedia

intervento di Francesco Moschini

...

Video»    Photos »

            

multimedia

intervento di Howard Burns

...

Video»    Photos »

            

multimedia

intervento di Marco Gaiani

...

Video»    Photos »

            

multimedia

intervento di Almut Goldhahn

...

Video»    Photos »

            

multimedia

intervento di Sabine Frommel

...

Video»    Photos »

            

multimedia

intervento di Dario Donetti

...

Video»    Photos »

            

multimedia

intervento di Marzia Faietti

...

Video»    Photos »

            

multimedia

dibattito

...

Video»    Photos »