01.14.2020

Conference

Palazzo Carpegna - Salone d'Onore

Michelangelo Buonarroti: i dipinti e le sculture "Spirituali" 1542-1545. Un confronto stilistico

Martedì 14 gennaio 2020 alle ore 17:30, presso Palazzo Carpegna sede dell'Accademia Nazionale di San Luca, si terrà la conferenza Michelangelo Buonarroti: i dipinti e le sculture "Spirituali" 1542-1545. Un confronto stilistico di Antonio Forcellino.

Tra il1542 e il 1545 Michelangelo Buonarroti scolpì le due statue della Vita Attiva e della Vita Contemplativa per la Tomba di Giulio II in San Pietro in Vincoli a Roma e dipinse due quadri di piccole dimensioni, un Crocifisso per Tommaso Cavalieri è una Pietà per Vittoria Colonna.
Le quattro opere, messe al confronto, rivelano una vera e propria ossessione dell' artista per alcune "invarianti" formali ma soprattutto rivelano la sua capacità di restituire, tanto in pittura che in scultura, una idea di spazialità interna alla figura che non ha confronti possibili tra i contemporanei. Il confronto tra pittura e scultura di Michelangelo rivela anche la debolezza delle tante copie che furono tratte dai piccoli dipinti del maestro da pittori come Marcello Venusti che nonostante le qualità manuali di buon copista non riuscì mai ad avvicinarsi alla forza degli originali del maestro.
La conferenza vuole essere un omaggio alla " connoisseurship " nella Storia dell'Arte , una sapienza dello sguardo che negli ultimi decenni è stata volontariamente trascurata a favore di letture più intellettualistiche dell'opera d'arte. Questa importante vicenda dai risvolti non solo storico-artistici ma storici e sociali, mostra gli esiti paradossali a cui perviene una disciplina incapace di leggere e comprendere l' opera d'arte dal punto di vista stilistico e materiale. Stile e materia rimangono le due chiavi principali di interpretazione di ogni manufatto artistico e senza il loro supporto le immagini cadono facilmente preda di una manipolazione intellettuale che ne snatura il valore.