01.13.2020

Volume presentation

Palazzo Carpegna - Salone d'Onore

Che tutto abbraccia: incontro con Franco Cordelli

 Lunedì 13 gennaio 2020 alle ore 17.30, presso Palazzo Carpegna, sede dell'Accademia Nazionale di San Luca, si terrà l'incontro "Che tutto abbraccia: incontro con Franco Cordelli". Introdotti e coordinati da Francesco Moschini, Segretario Generale dell'Accademia Nazionale di San Luca, dialogheranno con Franco Cordelli: Oberdan Forlenza e Stefano Massini per il teatro, Valerio Caprara e Fabio Ferzetti per il cinema, Raffaele Manica e Massimo Onofri per la letteratura.

Lo spunto di conversazione sarà la raccolta di saggi che Edizioni Theoria ha pubblicato in un'esaustiva silloge di articoli scritti da Franco Cordelli dal 2003 a oggi raccolti in un'opera unitaria di due volumi. Qual è il mondo letterario di Cordelli? I mondi altrui. Qual è il motore del mondo? Il sentimento della vita. Il mondo scintillante è una sorta di Binge watching, un fruire consecutivo di una lettura senza sosta che, come il testo, è in continuo divenire nella costante ricerca di una qualità della "prosa". È un mondo abitato da quegli scrittori arrivati alla fine del XX secolo da altri mondi e con altri temi, scrittori che rappresentano forze parallele al vecchio baricentro europeo e nordamericano.

Altra fonte di sollecitazione il libro Che tutto abbraccia. I giorni e i film (Falsopiano edizioni, 2019), una raccolta di scritti perduti e ritrovati come spesso perduta è la memoria dei registi (per la gran parte degli anni 70') dei quali l'autore ci parla.

Infine  Tre dialoghi sul teatro, di Franco Cordelli e Oberdan Forlenza (Casa editirice Cafoscarina, 2019). "Il teatro, in questo momento, è in due trappole. La prima è quella della organizzazione pubblica della materia in senso burocratico. L'altra è quella della decadenza culturale, e più specificamente teatrale".

 

Franco Cordelli (Roma, 1943) è scrittore, critico letterario e teatrale, già firma del quotidiano "Paese Sera". Oggi collabora sia con il "Corriere della Sera" sia con "La Lettura". Ha esordito nel 1973 con il romanzo Procida (Garzanti), riedito da Theoria nel 2018. Bibliografia: Il Poeta postumo (Lerici, 1978; nuova edizione a cura di Stefano Chiodi, Le Lettere, 2008); Le forze in campo (Garzanti, 1979 e Bur, 2010); I puri spiriti (Rizzoli, 1982); Proprietà perduta (Guanda, 1983; nuova edizione a cura di Andrea Cortellessa, 2016);  Pinkerton (Mondadori, 1986); Guerre lontane (Einaudi 1990 e Theoria, 2018); Un inchino a terra (Einaudi, 1999); Il duca di Mantova (Rizzoli, 2004); La marea umana (Rizzoli, 2010); Una sostanza sottile (Einaudi, 2016). Quest'anno sono usciti per Theoria Un mondo antico e Il mondo scintillante, per Falsopiano Che tutto abbraccia e per Cafoscarina Tre dialoghi sul teatro.